I miei Libri

GLI ADDITIVI ALIMENTARI
Marina Mariani, Stefania Testa

additivi

Una guida indispensabile per riconoscere alcune sostanze pericolose che, subdolamente, infestano molti dei cibi presenti sulla nostra tavola.

“I problemi di sicurezza alimentare sono ormai all’ordine del giorno. Pasta alle micotossine, latte all’inchiostro, polli e maiali alla diossina sono protagonisti di molti scandali. Ma c’è qualcos’altro, di altrettanto pericoloso per il nostro benessere, di cui non si è ancora parlato abbastanza: gli additivi alimentari.
Sostanze come conservanti, coloranti, edulcoranti, addensanti, stabilizzanti e aromatizzanti vengono abitualmente utilizzate dall’industria alimentare durante la preparazione del cibo. Ma conosciamo davvero i loro effetti sulla nostra salute?
Questo libro offre una panoramica completa, approfondita ed estremamente aggiornata dal punto di vista scientifico per tutti coloro che ogni giorno hanno la responsabilità di scegliere cosa portare a tavola.
Grazie a tabelle riassuntive facili e veloci da consultare, queste pagine ci insegnano finalmente a distinguere i “buoni” dai “cattivi”, i naturali dai sintetici, i dannosi dagli innocui, affrontando anche l’analisi dei cibi che contengono enzimi geneticamente modificati, solfiti, acrilamide, diossina, pesticidi ecc”.

ALCALINIZZATEVI E IONIZZATEVI
Robert O. Young, Shelley Redford Young

alcalinizzatevi-e-ionizzatevi-libro-55257

Ho acquistato per caso questo libro ad un festival e devo dire che ha dato un nuovo stimolo ad approfondire le mie conoscenze in materia di depurazione dell’organismo e alcalinità dei cibi. Nonostante non sia prettamente vegano, offre comunque dei validi spunti di riflessione.

“Lo studio esaustivo e le scoperte cliniche del Dott. Baroody e le ricerche ultra ventennali del Dott. Palmisano indicano come gli stati di malessere e di malattia siano direttamente connessi con una condizione iperacida dell’organismo.
L’aria e l’acqua inquinate che entrano nel nostro corpo, insieme al cibo manipolato chimicamente e geneticamente, rappresentano solo una parte del problema. Lo stress che intacca tutte le sfere della vita dell’uomo (fisica, emotiva, mentale e, persino, spirituale) induce l’organismo alla sovrapproduzione di rifiuti acidi sconvolgendo il nostro delicato equilibrio alcalino/ acido”.

LA DIETA DI EVA
Aida Vittoria Eltanin

dieta-di-eva

Anche in questo caso ho avuto il piacere di conoscere personalmente l’autrice in più occasioni. Persona estremamente brillante che, in modo molto semplice, riesce ad esporre la sua meticolosa ricerca sui vantaggi di un’alimentazione a base vegetale.

“La Dieta di Eva non è l’ennesima dieta dimagrante nè un innovativo modo di mangiare.
E’ semplicemente il titolo di un libro che vuole aiutare la gente a togliere i prodotti animali dalla propria dieta (uno alla volta o tutti insieme) nel modo più semplice possibile, tornando alla dieta dei nostri bisnonni, all’alimentazione ricca di frutta di Adamo ed Eva, a una cucina povera, con ingredienti di tutti i giorni, veloce da preparare e buona da godersi…
E’ un libro che spiega in parole povere concetti e statistiche sempre più complesse di nutrizione e alimentazione vegetale, perchè tutti dovremmo sapere dove sono le proteine o quanto calcio ci serve veramente. Altrimenti siamo in balia di un’industria che ci vende prodotti di cui non abbiamo bisogno, spacciandoceli per necessari per la nostra salute, quando invece sono spesso molto dannosi… per noi, per il pianeta, per gli animali”.

THE CHINA STUDY
T. Colin Campbell e Thomas M. Campbell

the china study

Una lettura fondamentale molto illuminante, che dovrebbe essere in tutte le case…

“The China Study è una fonte inesauribile di informazioni sulla salute: informazioni oggettive, scientifiche e soprattutto indipendenti di gran valore, di massima utilità e di applicazione efficace. In The China Study sono analizzati diverse tipologie di cancro, malattie che riguardano le ossa, i reni, il cervello, l’obesità, per citarne alcune.
Tutte le analisi sono corredate da grafici, tabelle e diagrammi per comprenderle al meglio. Viene analizzato anche l’incidenza dell’alimentazione nella formazione di patologie degenerative (tumori, diabete, malattie cardiovascolari ecc.) e in particolare delle proteine di origine animale.
Basandosi sui risultati di un progetto svolto dall’autore nella Cina rurale, ma andando ben oltre queste constatazioni, The China Study spiega nel dettaglio la correlazione tra alimentazione e malattie.
The China Study denuncia anche la disinformazione alimentare prodotta da potenti lobby, enti governativi e scienziati. Si tratta dello studio più completo e affidabile sul rapporto tra la dieta e il rischio di sviluppare malattie.
Gli autori di The China Study denunciano le relazioni tra le case farmaceutiche e la salute e i meccanismi attraverso cui queste riescono ad influenzare la nostra percezione e cura delle patologie”.

DIVENTARE VEGANI
Brenda Davis, Vesanto Melina

diventare-vegani

“Ecco il libro giusto per passare a un’alimentazione vegana senza ansie e senza carenze informative e per godere appieno dei favolosi “effetti collaterali” di questa dieta che sta facendo sempre più proseliti in tutto il mondo.
In commercio non esiste un testo simile sull’argomento per completezza di informazioni e di dati comparativi tra i vari cibi. Un repertorio davvero considerevole di tabelle e consigli dietetici rispetto a tante domande specifiche legate a questa scelta (allattamento, gravidanza, infanzia, allergie ecc.).
Sono illustrati tutti i possibili rischi di una dieta squilibrata in senso restrittivo con carenze da vitamina B12, omega3, omega6, proteine, ferro, calcio ecc. e al pari tutte le soluzioni per evitare queste situazioni che vengono anche messe a confronto con le condizioni patologiche derivanti dall’alimentazione con carne.
Completano il volume le implicazioni etiche, filosofiche, ecologiche ed economiche di questa dieta nonché suggerimenti veramente intelligenti per affrontare le domande che solitamente vengono poste a chi fa questa scelta”.

LA CUCINA ETICA PER MAMMA E BAMBINO
Emanuela Barbero, Antonella Sagone

CucinaEticaBambini

Questo libro mi ha dato numerosi spunti per preparare piatti gustosi e bilanciati alla mia bimba.

“La cucina etica per mamma e bambino offre una prima parte teorica, chiara ed esaustiva, basata su dati scientifici, che accompagna le future mamme a vivere la gravidanza, l’allattamento e a gestire poi il periodo dello svezzamento in modo sano, equilibrato e rispettoso delle esigenze del bambino.
La seconda parte è un ricettario di oltre 350 preparazioni: dalle prime creme per lo svezzamento ai dolci, alle pizze, ai frullati, fino alle ricette diorama, piatti originali e fantasiosi per affascinare e stimolare i bambini. Completano il manuale l’indice generale e quello per fasce d’età, efficaci inserti a colori e un’ampia sezione dedicata all’approfondimento: libri, articoli dal web e da riviste, indirizzi di siti, forum e blog nonché di associazioni e gruppi di riferimento.
Un manuale scritto con rigore scientifico ma che ha la semplicità di un dialogo amichevole e affettuoso.
Le ricette sono appetitose e di sicura riuscita anche per chi ha poca dimestichezza con i fornelli o si trova a cucinare con un bimbo in braccio e ha poco tempo a disposizione.
Un volume utile per quei genitori che non cercano solo riferimenti e spunti preziosi per motivare la loro scelta, ma anche qualcosa in più: una visione etica, un approccio che mostri la possibilità di accompagnare il proprio bambino alla scoperta del cibo in modo sano, etico, fisiologico, piacevole e connesso alla vita”.

FIGLI VEGETARIANI
L. Proietti

figli-vegetariani-proietti-1

Abbiamo avuto occasione di conoscere personalmente l’autore, in quanto pediatra di nostra figlia. Persona squisita ed estremamente competente in materia di svezzamento, prima e seconda infanzia, con moltissimi anni di esperienza sul campo alle spalle.
I suoi consigli si sono rivelati molto preziosi per la corretta preparazione e bilanciamento dei cibi.

“È opinione diffusa, confermata anche dalla maggioranza dei medici, che dalla nascita fino ai 18 anni, nel periodo più importante per lo sviluppo del corpo e dell’intelligenza dell’essere umano, il consumo di carne, latte e uova, ossia delle cosiddette proteine animali, sia assolutamente indispensabile.
Ma è proprio vero?
Luciano Proietti, medico pediatra con alle spalle un’esperienza sul campo, oltre che padre di tre figli, ci spiega invece come allo stato delle conoscenze scientifiche attuali non solo sia possibile, ma vada sostenuta la scelta di un’alimentazione vegetariana nel bambino.
Queste considerazioni sono il frutto di una lunga ricerca svolta dall’autore con l’ausilio del Centro di auxologia della Clinica pediatrica dell’Università di Torino e di una raccolta di dati sui bambini vegetariani italiani, in collaborazione con l’Associazione Vegetariana Italiana (AVI), la Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana (SSNV) e i Centri di Nascita Naturale.
Ne è risultata una banca dati con più di 2mila bambini cresciuti con una dieta lacto-ovo-vegetariana (la maggior parte) e lacto-vegetariana o vegana, in modo esclusivo almeno fino ai 3 anni e in molti casi mantenuta anche successivamente.
Un’alimentazione povera di proteine animali infatti, non solo è compatibile con le indicazioni dei LARN (Livelli di Assunzione Raccomandata dei Nutrienti), ma nei primi due, tre anni di vita dovrebbe essere l’alimentazione raccomandata essendo la più fisiologica e quindi la più salutare.
Negli anni successivi la dieta vegetariana e vegana può diventare anche uno spunto per invitare il bambino a riflettere e comprendere l’importanza del rispetto di se stessi, degli altri animali e dell’ambiente. Ecco perché la scelta vegetariana è un investimento in «salute» di proporzioni enormi per la società futura”.

GUIDA AI PRODOTTI NON TESTATI SU ANIMALI
Antonella De Paola

guida

Una validissima guida per imparare a riconoscere le aziende cruelty free da quelle che invece testano i loro prodotti su animali.

“Un libro ricco di dati e informazioni sulle aziende no cruelty e su quelle che a dispetto della crescente sensibilità del pubblico, continuano a testare i loro prodotti o le materie prime su animali in laboratorio, una pratica crudele e ormai contestata anche a livello scientifico.
Imparare a riconoscere i prodotti che non sono costati dolore e morte a migliaia di animali è molto importante per poter fare scelte consapevoli e indirizzare il mondo della produzione nella direzione da noi voluta.
Questo è lo scopo della Guida: fornirci uno strumento di consumo critico per incentivare le aziende a proseguire in questa direzione e dare un segnale forte a chi deve legiferare per metter fine una volta per tutte a una pratica che da un lato condanna gli animali ad atroci torture dall’altro non tutela minimamente gli esseri umani ma solo gli interessi delle multinazionali”.

SE NIENTE IMPORTA
Jonathan Safran Foer

se_niente_importa

Questo è il primo libro che abbiamo comprato.
Non tratta il tema dell’alimentazione, quanto piuttosto quello della sofferenza animale e del devastante impatto ambientale degli allevamenti intensivi.
E’ insieme ricerca e testimonianza di come è prodotta la carne, di come sono trattati gli animali e dei risvolti economici, sociali e ambientali.
Offre molti spunti di riflessione, soprattutto per chi nutre ancora dei dubbi sull’argomento.

“Se coloro che consumano abitualmente il frutto della moderna industria zootecnica potessero constatare con i propri occhi i modi di vita innaturali e disumani a cui sono costretti i loro futuri pasti, difficilmente continuerebbero a consumarli a cuor leggero.
La produzione intensiva ha aumentato la disponibilità di cibo, per tutti e a bassi costi, ma siamo davvero certi che questo sia sufficiente a giustificare i maltrattamenti di milioni di polli, vacche e maiali e i rischi alla salute a cui sottoponiamo il nostro fisico?
Chi sostiene questo sistema perverso fa sì che quasi un terzo delle terre emerse del pianeta sia destinato al bestiame, che la gabbia standard di una gallina ovaiola sia più piccola di un foglio A4, che l’allevamento degli animali sia la causa numero uno del riscaldamento globale e dei cambiamenti climatici.
Davvero “niente importa”, pur di salvaguardare interessi economici e soddisfazione della gola?”.

3 commenti

3 pensieri su “I miei Libri

  1. marina

    CHINA STUDY???

  2. Certamente Marina, “The China Study” è una lettura fondamentale!!

  3. Hydra

    Vuoi ridere? Tutti quelli che mi hanno visto leggere questo libro mi hanno chiesto: “Ma studi cinese? Perchè?” 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: