Archivio dell'autore: lericetteveganfacilidivale

Colomba

colomba-ok

Ed a Pasqua non può mancare
una bella colomba originale,
e cosa c’è di meglio per noi vegani
che prepararla con le proprie mani,
senza zucchero né margarina
è ancora più genuina,
a merenda o a colazione
farai un gran figurone!

Ingredienti:
250 gr di farina 0
30 gr di farina di kamut
250 ml di latte di soia al naturale
80 ml di olio di girasole
150 ml di sciroppo di riso
1 fialetta di aroma di arancio da 5ml
1 arancia grattugiata
1 bustina di lievito per dolci
50 gr di canditi misti
70 gr di scorzette di arancia candita
70 gr di uvetta
una manciata di mandorle

Preparazione:
Mescolare in una terrina gli ingredienti secchi (farina e lievito) e in un’altra quelli liquidi (latte, olio, sciroppo di riso, aroma di arancio), quindi unirli mescolando dolcemente.
Aggiungere i canditi, la scorza di arancia grattugiata e l’uvetta precedentemente ammorbidita in acqua tiepida.
Preparare lo stampo (medio) leggermente unto e infarinato e versarvi l’impasto, ricoprire con le mandorle e l’eventuale zucchero in granella.
Infornare in forno caldo a 180° per circa 45 minuti (consiglio prova stuzzicadenti).
Lasciar raffreddare e consumare preferibilmente il giorno dopo.
Buon appetito e Buona Pasqua!

Categorie: Dolci | Tag: , , , , , | Lascia un commento

Pandolce Genovese Basso

pandolce-basso-scritta

Non poteva mancare un dolce tipico della mia città.
Una preparazione davvero facile e veloce per un’esplosione di profumi e sapori.

Ingredienti:
300 gr di farina “0”
100 ml di olio di girasole
120 ml di succo d’agave
200 gr di uvetta
50 gr di canditi misti a cubetti
50 r di cedro candito a cubetti
50 gr di arancia candita a cubetti
30 gr di pinoli
una manciata di semi di finocchietto selvatico
80 ml di latte di soia
½ bustina di lievito per dolci
20 gr di maizena
due cucchiaini di vaniglia in polvere o una bustina di vanillina
2/3 gocce di aroma di arancio
1 cucchiaio di marsala
Un pizzico di sale

Preparazione:
In una terrina capiente mescolare olio e succo d’agave, quindi aggiungere uvetta, canditi, finocchietto e pinoli, poi uno per volta gli ingredienti liquidi (latte, marsala e aroma di arancio) e infine gli ingredienti secchi (lievito, maizena, vaniglia) e da ultimo la farina setacciata.
Mescolare velocemente per amalgamare il tutto e dare la classica forma del pandolce che andremo a poggiare direttamente sulla teglia con carta da forno leggermente infarinata.
Con una spatolina fare delle piccole incisioni sulla superficie.
Disporre sul piano intermedio del forno e far cuocere a 160° per circa 50 minuti (controllando che non bruci sul fondo).
Infine spostare nel ripiano superiore del forno, coprire la superficie con carta alluminio e far cuocere per altri 5/10 minuti.
Lasciar raffreddare fuori dal forno (meglio se su una griglia) per almeno 2 ore prima di servire.

Categorie: Dolci | Tag: , , , , , | 1 commento

Panettone

Panettone_ultimo

Come ogni anno a Natale
per il vegano si mette male…
Vorrei seguire la tradizione,
ma dove compro il panettone?
In commercio sono proprio pochi,
a volte secchi, a volte vuoti.
E se ritardi anche un momento
te lo soffiano sotto il mento.
Non c’è allora miglior cosa
di un impasto fatto in casa.
Mentre cuoce dentro il forno
spande il profumo tutto intorno…
Pien di frutta e di canditi
lor signori son serviti!

Buon Natale a tutti voi!!!

INGREDIENTI:
250 gr di farina 0
200 gr di manitoba
30 gr di maizena
½ cucchiaino di sale
1 bustina di vanillina o un cucchiaino di vaniglia in polvere
Un pizzico di curcuma
Scorza di un arancia bio
Scorza di ½ limone bio
1 bustina di lievito di birra da 7 gr (equivalente a un cubetto da 25 gr)

100 ml di succo d’agave
100 ml di olio di girasole
1/2 bicchiere di acqua frizzante
130 ml di latte di soia

150 gr di uvetta
100 gr di canditi misti a cubetti

PREPARAZIONE PER UNO STAMPO DA 500 gr:
Mescolare in una terrina gli ingredienti secchi (farine, maizena, lievito di birra, sale, curcuma, vaniglia, scorze di arancia e limone).
Mescolare in un’altra terrina succo d’agave e olio di girasole.
Quindi unire all’impasto e iniziare a lavorare con le mani.
Aggiungere il latte di soia e l’acqua frizzante tiepidi e impastare per almeno 5 minuti.
Disporre in una ciotola sufficientemente alta, coprire con un panno e lasciar lievitare in forno tiepido (e ovviamente spento!) tutta la notte.

La mattina ammorbidire l’uvetta in acqua calda per mezz’ora, quindi strizzarla e infarinarla.
Unirla all’impasto insieme ai canditi e lavorare qualche minuto per distribuirla uniformemente.
A questo punto formare una palla e disporla nello stampo (io ho usato uno stampo di carta da 500gr).
Coprire con un panno e lasciar lievitare per 3 ore (come per la precedente lievitazione, in forno tiepido e spento).

E’ giunto finalmente il momento di infornare il nostro panettone.
Preriscaldare il forno a 150° e far cuocere per 50 minuti.
Trascorso questo tempo spennellare la superficie con latte di soia dolcificato (con succo d’agave o zucchero di canna) e far cuocere per altri 10 minuti.
Far raffreddare nel forno spento e aperto.

Buon appetito e Buon Natale!

Categorie: Dolci | Tag: , | 2 commenti

Frittatine di Bietole e Patate

frittatine-bietole-scritta

Gustosissime frittatine di ceci da proporre come secondo o per un antipasto.

Ingredienti per circa 4 frittatine:
100 gr di farina di ceci
2 patate
Un mazzetto di bietole

Preparazione:
Tagliare le bietole e listarelle e farle cuocere in un soffritto di cipolla per 10/15 minuti, regolando di sale.
Nel frattempo preparare la pastella di farina di ceci aggiungendo un cucchiaino di sale e acqua fredda (circa un bicchiere) poco alla volta per non formare grumi. La pastella deve risultare molto fluida.
Schiacciare le patate già lessate con la forchetta (o con lo schiacciapatate) e amalgamare tutti gli ingredienti.
Versare due cucchiai di olio evo in una padella di circa 18/20 cm di diametro e, quando sarà caldo, versare un mestolino di patella distribuendola in modo uniforme su tutta la superficie (io mi aiuto con un cucchiaio).
Far cuocere circa 2/3 minuti per lato fino a quando non saranno dorate.
Servire tiepide o fredde.

Categorie: Antipasti | Tag: , , , | 4 commenti

Crema di Crema alla Edgar (o Crema Catalana)

Crema-Catalana-scritta

Chi non ricorda la storia degli Aristogatti?
Ultimamente è il cartone preferito di mia figlia e rimane sempre affascinata quando il maggiordomo Edgar prepara la sua squisita “crema di crema” ai gattini.
Come non potevo non preparargliela (ovviamente senza sonnifero!!) ?
Sono così riuscita ad ottenere uno squisito dessert per i più piccini (che, grazie al miglio, è anche molto nutriente) che, all’occorrenza, si trasforma in una golosa crema Catalana.

Ingredienti per 2/3 persone:
50 gr di miglio
500 ml di acqua
250 ml di latte di soia al naturale
5 cucchiai di succo d’agave
Scorza di 1/2 limone
5 cucchiai di olio di mais
1 cucchiaino di tahin
1 cucchiaio abbondante di maizena
Un bastoncino di cannella o polverizzata
Due cucchiai di vaniglia in polvere o una bustina di vanillina
Zucchero di canna (facoltativo)

Preparazione:
Far cuocere il miglio in acqua (circa 500 ml) per circa 30 minuti, fino ad ad assorbimento.
Quindi unire 200 ml di latte di soia (i restanti 50 tenerli da parte), il succo d’agave, la scorza di limone, l’olio di mais, il tahin e frullare per qualche minuto.
Versare il composto così ottenuto in un pentolino, aggiungere il bastoncino di cannella (o in alternativa una spruzzata di cannella in polvere), la vaniglia e la maizena (che avremo sciolto nel restante latte) e cuocere a fuoco lento per 5 minuti dall’ebollizione, mescolando continuamente.
Togliere la bacca di cannella, versare la crema nelle apposite terrine basse e larghe e far riposare per almeno un’ora.
Servire a temperatura ambiente o fredda.
La crema può essere gustata così o, per i più golosi, ricoperta di zucchero di canna e fatta abbrustolire qualche minuto nel grill fino a quando lo zucchero si sarà caramellato.

Categorie: Dolci | Tag: , | Lascia un commento

Crepes di Farro ai Lamponi

cropped-crepes3.jpg

Ah che soddisfazione le crepes senza queste benedette uova, senza cui nulla tiene, nulla lega!
3 ingredienti e la ghiotta merenda è servita, leggera, genuina e senza colesterolo!
Provare per credere!

Ingredienti per 4 crepes:
150 gr di farina di farro
200 ml di latte di soia oppure acqua
80 ml di succo d’agave
2 cucchiaini di vaniglia in polvere (facoltativa)
Un pizzico di sale

Crema ai lamponi:
100 gr di lamponi
50 ml di acqua
2 cucchiai scarsi di maizena
4 cucchiai di succo d’agave

Preparazione della crema:
Preparare la crema facendo sciogliere la maizena con l’acqua, quindi unire i lamponi e il succo d’agave. Schiacciare i lamponi con una forchetta (e eventualmente con il minipimer) e far cuocere a fuoco dolce per pochi minuti, fino ad ottenere una salsa compatta, ma fluida.

Preparazione delle crepes:
Se non si ha a disposizione il latte di soia è possibile preparare le crepes anche con l’acqua, il latte serve solo a dare più corposità e gusto.
Mescolare il latte di soia (o l’acqua) con il succo d’agave e aggiungere poco alla volta alla farina. Dovrà risultare una pastella liquida e senza grumi.
A piacere si possono aggiungere due cucchiaini di vaniglia in polvere.
Scaldare una pentola antiaderente e ungerla con poco olio distribuendola con un pennello o con semplice carta da cucina.
Versare un mestolo quasi colmo di pastella al centro della padella calda e roteare velocemente per distribuirla uniformemente su tutta la superficie.
Farla dorare un minuto, quindi con la punta di un coltello sollevare leggermente i bordi per poterla afferrare con le dita e girare dal lato opposto.
Un altro minuto e la crepe è pronta!
Farcire con la crema di lamponi, decorare a piacere e servire calda.

Categorie: Dolci | Tag: , , | Lascia un commento

Polpette Croccanti di Cannellini e Broccoli

polpette-cannellini-scritta

Ciao a tutti!
Dopo due mesi di latitanza (e un po’ di vacanza!) eccomi di nuovo ai fornelli!
Ieri cercavo un modo un po’ diverso di proporre i fagioli a mia figlia e sono uscite queste gustose polpette!
Naturalmente mantenendo le prerogative di facilità e leggerezza.
Obiettivo raggiunto!

Ingredienti per circa 8 polpette:
2 spicchi d’aglio
1 broccolo (circa 400 gr)
300 gr di fagioli cannellini cotti (circa 120 secchi)
1 cucchiaio di capperi
1 cucchiaio di maggiorana (o erbe aromatiche a piacere)
5 cucchiai di pangrattato
Impanatura di mais (farina di mais tostata).

Per la pastella:
50 gr di farina di ceci
100 ml di acqua
80 ml di olio
1 cucchiaino raso di sale
½ cucchiaino di curcuma

Preparazione:
Se si utilizzano fagioli secchi, lessarli in acqua dopo averli messi in ammollo la sera prima (se si aggiunge un pezzetto di alga Kombu non è necessario aggiungere sale).
Lavare le cimette dei broccoli e farle saltare in padella insieme all’aglio che avremo fatto dorare, per circa 20 minuti.
Nel frattempo preparare la pastella mescolando la farina di ceci con l’acqua, il sale, l’olio e la curcuma (facoltativa).
Quindi frullare (io utilizzo il minipimer) i fagioli lessati, i broccoli, i capperi e la maggiorana fino ad ottenere un composto omogeneo.
Regolare di sale e con un cucchiaio aggiungere il pangrattato. Quindi formare delle polpette, passarle nella pastella ed infine nell’impanatura di mais.
Adagiare le polpette così ottenute nella teglia coperta con carta da forno e infornare a 200° per 30 minuti, di cui gli ultimi 10 di grill.

Categorie: Secondi | Tag: , , , | Lascia un commento

Asparagi di Mare alla Venere

asparagi-di-mare

Chi l’ha detto che i vegani devono rinunciare al sapore di mare?
In un mio precedente post vi ho suggerito come gustare un ottimo risotto di mare con le alghe.
Oggi vi propongo un piatto originale a base di asparagi di mare che, oltre ad essere molto gustosi, sono ricchi di sali minerali.

Ingredienti per due persone:
2 patate grandi
250 gr di asparagi di mare
70 gr di riso venere
Erbe aromatiche

Preparazione:
Far lessare le patate, quindi scolarle e sbucciarle. Schiacciarle poi con una forchetta ed insaporirle con sale ed erbe aromatiche a piacere (io ho usato erba cipollina).
Formare due burger e farli dorare in una padella antiaderente con un filo d’olio evo per circa 3 minuti per lato.
Nel frattempo lavare gli asparagi di mare e privarli dei rametti più grossi. Quindi scottarli per 5 minuti in acqua bollente. Lasciarli intiepidire e condirli con olio e limone.
Infine adagiarli sul letto di patate.
Completare il piatto aggiungendo il riso Venere precedentemente bollito in acqua salata e condito con filo d’olio evo.
Buon appetito!

Categorie: Secondi | Tag: , , , | 2 commenti

Fettuccine alla Curcuma e Zenzero

fettuccine-zenzero

Un primo piatto fresco, veloce e profumato, che ricorda i sapori orientali ed esotici.

Ingredienti per due persone:
200 gr di fettuccine
1 cucchiaino raso di curcuma
2 cucchiai di olio evo
3 cucchiai d’acqua
4 cucchiai di latte di soia al naturale
un pizzico di sale grosso
zenzero fresco (un pezzetto)
prezzemolo fresco

Preparazione:
In una padella antiaderente far sciogliere la curcuma nell’acqua e olio, aggiungere il latte di soia e il sale e lasciare insaporire per 5 minuti a fuoco dolce, fino ad ottenere una salsina omogenea.
Scolare le fettuccine e saltarle un minuto in padella.
A fuoco spento aggiungere una spolverata di zenzero grattugiato e il prezzemolo fresco tritato.

Per un sapore più deciso, far cuocere un pezzetto di zenzero per mezz’ora nell’acqua dove cuocerete la pasta.

Categorie: Primi piatti | Tag: , , , , , | Lascia un commento

Cheesecake alle Fragole

chhescake

Eccomi, sono tornata con una ricetta golosissima!
In rete si trovano diversi metodi di preparazione di questo squisito dolce.
Ho preso qualche spunto e ho trovato la mia ricetta.
Devo dire che preparare il cheescake vegan è già una sfida, ma prepararlo senza tofu, zucchero, agar agar e margarina è un’immensa soddisfazione.
La preparazione è molto semplice, sono un po’ lunghi i tempi in quanto alcuni ingredienti devono essere fatti riposare.
Il risultato, vi posso assicurare, è sbalorditivo!!

INGREDIENTI:

Per la base:
350 gr di biscotti secchi vegan
6 cucchiai di olio di girasole

Per la crema di anacardi:
350 gr di anacardi al naturale
5 cucchiai di succo d’agave
300 ml di latte di soia alla vaniglia o già dolcificato
Un pizzico di sale

1 vasetto di yogurt di soia bianco alla vaniglia o già dolcificato
1 bustina di vanillina
Succo di ½ limone

Per l’addensante:
1 cucchiaio di Maizena
1 cucchiaio di olio di girasole
3 cucchiai di latte di soia alla vaniglia o già dolcificato

Per la spumosità:
1 cucchiaio di olio di girasole
2 cucchiai d’acqua
1 cucchiaio di lievito

Per la copertura:
1 etto di fragole
1 cucchiaio di Maizena
4 cucchiai di succo d’agave
50 ml d’acqua

PREPARAZIONE:

Iniziamo con la base.
Tritare i biscotti nel robot da cucina aggiungendo un pizzico di sale. In un pentolino amalgamarli con l’olio mescolando a fuoco dolce per pochi minuti.
Riempire il fondo della tortiera (a cerniera mi raccomando!) leggermente unta con olio di semi e livellare con un cucchiaino.
Lasciare riposare in frigo per un’ora.

Ora prepariamo la crema di anacardi, che è il nostro formaggio.
Mettere in ammollo gli anacardi in acqua calda per ½ ora. Quindi scolarli e frullarli poco per volta nel bicchiere del minipimer insieme al succo d’agave, al latte di soia e al pizzico di sale, fino ad ottenere un composto morbido e cremoso.

Aggiungere alla crema di anacardi, uno alla volta, il vasetto di yogurt, il succo di limone e la vanillina.

Per preparare l’addensante unire in un pentolino la maizena, l’olio di girasole e il latte di soia e mescolare due minuti a fuoco dolce finchè non si addensa. Quindi unirlo alla crema.

Infine, per un effetto spumoso, sbattere l’olio di girasole con l’acqua e il lievito ed incorporarli al composto con un movimento dal basso verso l’alto.

Versare nella tortiera, livellare e infornare a 180° per 20 minuti.
Controllare sempre il centro della torta, se è troppo liquido lasciare cuocere ancora qualche minuto.

Nel frattempo preparare la copertura frullando con il minipimer le fragole con la metà dell’acqua e il succo d’agave. Far sciogliere la maizena nella restante acqua.
Quindi unire il tutto e far cuocere a fuoco dolce per pochi minuti, finchè non otterrete una salsa densa, ma fluida.

Quando la torta si è raffreddata, ricoprirla con la salsa di fragole e lasciarla riposare in frigo per alcune ore (meglio se tutta la notte).

Categorie: Dolci | Tag: , , , | 2 commenti

Blog su WordPress.com.