La scelta vegan

Molto spesso si usa questo termine, la scelta Vegan, ma io ho sempre ritenuto questa terminologia non del tutto corretta.
Il Vegan non è solo una scelta tra il mangiare e il non mangiare carne, ma è un lungo processo di transizione che coinvolge la mente, il cuore e l’anima.
Io la definisco una nuova consapevolezza.
Le persone che approdano a questo nuovo stile di vita condividono una grande sensibilità e la volontà di rimettersi in gioco su uno degli argomenti più radicati in noi, l’alimentazione.
Nasce la voglia di informarsi e di sapere.
Inizia così un percorso fatto di ricerca costante, assidua, meticolosa.

Ma come reinventarsi una cucina basata sul consumo di prodotti animali?

frutta img

Spesso all’inizio si è tentati di ricreare, con la cucina vegan, gli stessi tipi di piatti e di gusti della cucina onnivora.
Ecco che allora ti cimenti con incredibili ragù di muscolo di grano, cotolette di setain, straccetti di tempeth alla pizzaiola…
Ricrei improbabili ceeskacke di tofu per riprovare l’ebrezza di un gusto ormai perduto, le propini entusiasta ai familiari ed amici, i quali ridacchiano sotto i baffi pensando ai loro cavolini con la panna…
La cucina vegan invece e’ la cosa piu semplice di questo mondo.
Non c’è bisogno di andare a scovare nulla di strano, fa gia’ parte della nostra cultura e tradizione mediterranea.
Le nostre papille gustative anestetizzate dal cibo sapido si depurano rapidamente e iniziano ad assaporare il vero sapore degli alimenti decifrando anche le più piccole sfumature.

maialino e mamma1Vorrei concludere dicendo che essere Vegan è un modo di vedere, di pensare e di agire che molte persone hanno adottato per cercare di cambiare il mondo.
Vivere Vegan è una scelta profonda, basata su principi di non-violenza e sul rispetto della vita.

6 commenti

6 pensieri su “La scelta vegan

  1. Francesca Laviano

    Sono rimasta affascinata dalle tue parole….io sono diventata vegetariana da qualche mese e sono gia’ abbastanza bombardata e derisa in famiglia…ora sento che e’ arrivato il momento delsalto vegano ,ma spesso sono frenata un po’ dalla scarsa conoscenza di ricette vegane ( ho lavorato per piu’ di dieci anni come cuoca……)e un po’ il giudizio della mia famiglia che mi dice che voglio diventare un’estremista, ma penso che se questo e’ il mio momento, faro’ il salto di qualita’ al piu’ presto! Grazie

    • Ciao Francesca,
      come hai potuto leggere, anche noi abbiamo riscontrato le stesse problematiche, sia per le ricette che per i pareri contrari.
      Ma penso che, con un po’ di pazienza e soprattutto con la tua competenza di cuoca, il passaggio per te sia ancora più facile. Anzi, potrai stimolare ancora di più la tua fantasia e creatività.
      Spero che questo blog ti possa dare qualche suggerimento per iniziare!

      Per qualunque domanda e chiarimento non esitare!

  2. dana

    complimenti per la scelta, i libri, le ricette (y) !

  3. Ciao Dana,
    sono molto contenta che tu abbia apprezzato il blog.
    Con la stagione estiva mi sono presa una pausa, ma conto di riprendere al più presto ad inserire nuove ricette!
    Ciao e grazie!

  4. catia

    Non so se diventerò mai vegana, ma certamente mi piacerebbe cominciare a ridurre l’uso ed il consumo degli alimenti di origine animale. E’ per questo motivo che ho cominciato a cercare delle ricette semplici e sono approdata al tuo blog. Vorrei porti una domanda alla quale forse tu sai rispondere: mio marito soffre di diverticolite e non può mangiare nè legumi nè semi, quindi niente farina di ceci nè semi di sesamo, no a melanzane e zucchine (sempre per via dei semi) ed a tutto ciò che ha dei semi. No a fagioli, lenticchie, piselli, ecc… Pensi che con queste premesse, possa comunque trovare delle ricette adatte?

    • Buonasera Catia, mi scuso per il ritardo con cui ti rispondo.
      Complimenti per la tua sensibilità nel voler ridurre il consumo di proteine animali. Questo è sicuramente il primo passo.
      Per quanto riguarda la tua domanda, entriamo in un campo molto delicato e che necessita di competenze specifiche, ti posso quindi consigliare di rivolgerti a un medico nutrizionista che sarà in grado di darti tutte le informazioni del caso. Posso solo dirti che un’amica biologa nutrizionista ha curato casi di diverticolite proprio con un’alimentazione vegana. Se ti può interessare possiamo metterci in contatto e girare la domanda a lei. Ciao e a presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: